Bradic Srecko

Compositore
Bradic Srecko
Descrizione

* 1963

Nato a Samobor (Croazia), ha completato i suoi studi al Dipartimento di Didattica della Musica all’Accademia di musica di Zagabria, ma la sua vocazione musicale determinò il proseguimento degli studi nel Dipartimento di Composizione della stessa Accademia, dove conseguì il diploma nella classe del prof. Stanko Horvat. Fra le sue prime opere: Sei bagatelle per pianoforte (1992), Trio per violino, viola e violoncello (1993), Lost Music per quintetto di fiati (1994) e For Strings per orchestra d’archi o per dodici solisti ad arco (1994). Le composizioni più recenti sono dedicate principalmente a grandi complessi. Fra esse: Penetration per piano e orchestra d’archi (1993), Credo per solisti, coro misto e orchestra (1994), Venery per grande orchestra e La Femme per soprano e orchestra (1997). Tutte le sue composizioni sono state eseguite e registrate dalla Radio croata. Le sue opere sono apparse nei repertori di complesi quali il Klima String Quartet e l’ensemble russo Volga Sinfonietta. Nel gennaio 1995 le sue composizioni Penetration e Credo sono state eseguite dall’Orchestra e Coro della Radiotelevisione croata (HRT) sotto la direzione dell’italiano Paolo Paroni con il pianista Damir Gregurič, il soprano Martina Zadro e il tenore Giovannino Raffanelli. La registrazione del concerto è uscita in CD per la Orfej HR. Nel 1997 la Filarmonica di Zagabria si è aggiunta all’elenco degli interpreti delle musiche di Bradič con l’esecuzione di Venery diretta da Uroš Lajovic e La Femme con Martina Zadro come solista e la direzione di Alexander Rahbari. Bradič è stato premiato nel 1999 per La Femme dalla Štjepan Šulek Foundation e per la cultura dalla Città di Samobor. Insegna all’Accademia di musica di Zagabria Teoria musicale nel Dipartimento di Composizione e Teoria Musicale.

sbradic@piano.muza.hr

 

Opere



 
©2009 Pizzicato Verlag Helvetia | Design by digital-art.ch